(ANSA) - NEW YORK, 24 APR - Una sorta di ''vaccino'', basato sulla somministrazione di anticorpi a lento rilascio, puo' rallentare l'esordio dei sintomi del morbo di Alzheimer, e forse rallentarne il decorso. E' il risultato di studi condotti su animali da Giulio Maria Pasinetti della Mount Sinai School of Medicine di New York. Il ricercatore ha accertato che il lento rilascio di anticorpi intravena protegge il cervello degli animali aumentandone la plasticita' e ritardando l'esordio della malattia.